Il legno contro il sisma.

Mappa zone sismiche Italia protezione civile
31 Ago 2016

Il legno contro il sisma.

IL PRODOTTO DELLA NATURA PLACCA LA RABBIA DELLA NATURA STESSA

 

Si parla di strutture anti-sismiche soltanto quando succedono eventi distruttivi che generano sempre danni irreparabili e, purtroppo, centinaia o migliaia di morti, BAHAUSsollevando discussioni di carattere degenerativo, spesso poco redditizie che ci allontanano dal problema vero: la “prevenzione e la buona costruzione anti-sismica”, che invece non dovrebbe conoscere episodi, ma essere una costante e un’abitudine!

L’ingegnere giapponese Yoshitero Murosaki, 73 anni, docente emerito dell’Università di Kobe, afferma: «Nel mio Paese un sisma del genere (riferimento al centro Italia di questi giorni) non avrebbe quasi provocato crolli» aggiunge: «L’esperienza ci ha portato a costruire rispettando severi controlli antisismici. Temo che in Italia manchi una cultura della prevenzione»

Per definizione geofisica “i terremoti (dal latino: terrae motus, che vuol dire “movimento della terra”), detti anche sismi o scosse telluriche (dal latino Tellus, dea romana della Terra), sono vibrazioni o assestamenti improvvisi della crosta terrestre, provocati dallo spostamento improvviso di una massa rocciosa nel sottosuolo.” (fonte Wikipedia)

Quindi si parla di energia, di forze, di accelerazioni che si propagano fino a smorzarsi, che coinvolgono aree più o meno vaste a seconda dell’entità del sisma.

Proprio perché spesso la natura ci dimostra la sua forza assoluta, Bahaus ha scelto l’uso di una struttura primaria lignea adoperata in maniera sapiente, in tutte le sue forme e tecnologie, per rispondere alla sfida della prevenzione e dell’efficienza di un materiale naturale di cui abbiamo una grande e continua disponibilità. Le strutture Bahaus sono leggere (il legno ha una massa di circa ¼ rispetto al calcestruzzo) quindi, considerato che le forze agenti su una costruzione in caso di sisma sono proporzionali alla massa della costruzione stessa, sono sottoposte ad un impeto distruttivo del terremoto decisamente ridotto.  Inoltre il legno presenta un comportamento meccanico particolarmente favorevole, se confrontato alla sua massa. Ma la sicurezza non è un concetto assoluto: la capacità di una struttura di resistere ad un terremoto non dipende esclusivamente dalla tipologia strutturale. Ogni struttura ben concepita dovrebbe essere in grado di fornire una buona risposta ad un terremoto quantomeno di media entità. La sicurezza resta un concetto relativo da commisurare sempre ad un certo tipo di evento sismico che la normativa assume come riferimento. Certamente, però, la certezza di corretta applicazione delle norme in vigore (in Italia le più complete al mondo, nonostante solo meno del 30% delle costruzioni è sicuro sismicamente) mette in condizione gli occupanti delle abitazioni di dormire sonni tranquilli.

L’impegno di Bahaus è l’impiego del legno trasformato attraverso l’ingegneria italiCasa legno antissismica Vicenzaana, per offrire strutture a Telaio o X-Lam. Le prime, ampiamente diffuse in tutto il mondo, godono di un grande isolamento termoacustico, e una eccellente resistenza alle accelerazioni grazie agli innumerevoli giunti elastici che permettono una dissipazione esemplare delle energie attive (sisma e venti). Le seconde, nate in Europa e sempre più diffuse, offrono vantaggio grazie alla stabilità dimensionale e alla rigidezza che le rendono particolarmente adatte nell’edilizia antisismica e per la realizzazione di ogni tipo di edificio, anche multipiano. Una struttura in legno ben realizzata e studiata non crollerà mai sbriciolandosi sotto le forze devastanti del terremoto!

Bahaus non vorrebbe più sentir parlare di vittime dei terremoti, ma della vittoria del prodotto della natura (il legno) sulla rabbia della natura stessa (terremoto), perché l’uomo con l’esperienza deve scegliere di costruire e vivere in edifici sicuri, studiati per ogni evento, affidandosi ad aziende capaci.

Vi invitiamo ad approfondire ai seguenti link

Gli edifici in caso di sisma

Piano nazionale prevenzione rischio sismico

Rispondi

La tua email non verrà pubblicata.